Senato approva Ddl Concorrenza, novità per i piccoli impianti fotovoltaici

Il Senato ha approvato in via definitiva il Ddl Concorrenza. Il comma 89 dell‘articolo 1 prevede che agli
impianti di potenza compresa tra 1 e 3 chilowatt nei quali, a seguito di verifica, risultino installati moduli non certificati o con certificazioni non rispondenti alla normativa di riferimento, si applichi una decurtazione del 30 per cento della tariffa incentivante a partire dalla data di decorrenza della convenzione, fermo restando l'annullamento di eventuali maggiorazioni della tariffa incentivante derivanti dalla supposta provenienza dei moduli. Secondo quanto riportato nella scheda di lettura del Senato, «la disposizione indica la finalità di salvaguardare le iniziative di realizzazione di impianti fotovoltaici di piccola taglia, salvaguardando, secondo il dettato della disposizione, la buona fede di coloro che hanno realizzato l'investimento». La legge segue un simile provvedimento per gli impianti di potenza superiore ai tre chilowatt, regolato all‘interno della legge 50/2017. Per questi impianti la decurtazione prevista è del 20 per cento.
© PHOTON

Notizie collegate all’argomento