Nasce il «Cluster Energia», alleanza imprese-ricerca coordinata da Enea

Operatori industriali e istituti di ricerca hanno sottoscritto l’accordo per formare un’alleanza strategica nel settore dell’energia. Si tratta di Eni, Enel e-distribuzione, Terna, General Electric con la Nuovo Pignone e gli istituti di ricerca Cnr, Rse, il Consorzio interuniversitario EnSIEL ed ENEA che avrà la presidenza e il coordinamento dell’alleanza.
Ricercatori e manager lavoreranno fianco a fianco per tre anni nel «Cluster tecnologico nazionale energia» con l’obiettivo di fare dell’innovazione tecnologica un fattore di riduzione dei costi, di aumento della sicurezza nazionale e di maggiore competitività delle imprese.

I due primi progetti pilota riguardano le smart grid, le tecnologie per le fonti rinnovabili e per l'accumulo energetico, l’obiettivo del cluster è però di lavorare a 360 gradi su tutte le tematiche dell’innovazione nel campo dell’energia.

«Il cluster energia - spiega il presidente di Enea Federico Testa - nasce per dare risposte coordinate e avanzate su temi strategici per un settore, quello dell’energia, che oggi più che mai necessita di ricerca e innovazione. L’obiettivo è di svolgere un ruolo di coordinamento tra ricerca pubblica e privata, mettendo insieme le attitudini alla ricerca con le esigenze delle imprese». Il nuovo cluster è aperto alla partecipazione e sarebbero già più di 80 i soggetti del mondo della ricerca ed industriale che hanno manifestato l’interesse ad aderire. Anche 15 amministrazioni regionali avrebbero già assicurato il loro supporto.
© PHOTON

Notizie collegate all’argomento