Italia all'ottavo posto nella ricerca sulle rinnovabili

Alla fiera Key Energy di Rimini l'associazione Ises Italia, sezione dell'International Solar Energy Society, ha pubblicato la seconda edizione del suo «Rapporto sulla ricerca scientifica nel campo delle energie rinnovabili». Obiettivo è monitorare le principali tendenze della produzione scientifica legata alla sostenibilità, elaborando un indice rappresentativo, denominato IGP Index (Index Green Paper).
Da «SCImago Journal & Country Rank» sono state individuate 117 riviste scientifiche sui temi relativi a «fonti rinnovabili, sostenibilità e ambiente», 32.498 articoli scientifici e 30 riviste scientifiche di fascia alta. Nello specifico l’IGPindex aggrega tre differenti dimensioni di informazioni che hanno pesi differenti e la cui somma è al massimo 100, il punteggio massimo conseguibile. La prima dimensione riguarda la nazionalità delle riviste scientifiche che sono state selezionate nel dataset (IGPriv, fino a 15 punti). La seconda è relativa alla nazionalità dei ricercatori che hanno pubblicato i loro lavori scientifici nelle 28 riviste di fascia alta Q1 (IGPAff, fino a 45 punti). La terza dimensione è relativa al numero complessivo di citazioni ricevute da ciascun Paese (IGPcit, fino a 40 punti).
Su 154 Paesi nel mondo presi in considerazione, la ricerca scientifica italiana nel settore delle Energie Rinnovabili risulta all'ottavo posto, in discesa di due posizioni rispetto allo scorso anno. Guidano la classifica USA (l’anno scorso seconda), Cina (l’anno scorso prima), UK (l’anno scorso nella stessa posizione). Seguono Germania, Corea del Sud, Giappone e India. Dopo l’Italia vengono Australia, Canada, Francia, Spagna, Paesi Bassi e Malesia. lmi
© PHOTON

Notizie collegate all’argomento