Francia: in arrivo cancellazione del premio sugli incentivi per componenti fotovoltaici Made in EU

Il premio sulle tariffe incentivanti per impianti fotovoltaici installati con componentistica prodotta nello Spazio Economico Europeo era stato introdotto in Francia nel gennaio del 2013.

Il governo francese ha inviato al Consiglio Nazionale per l’Energia una proposta per eliminare la maggiorazione delle tariffe incentivanti per impianti fotovoltaici installati con componenti prodotti nello Spazio Economico Europeo (SEE). Secondo quanto rivelato dal sito web dell’avvocato francese Arnaud Gossement, il governo ha deciso di modificare tale regolamentazione poiché in contrasto con la normativa europea.
Il bonus era stato introdotto dal governo francese nel gennaio del 2013. Secondo la regolamentazione, gli impianti su tetto (tariffa T1), gli impianti su tetto con integrazione semplificata (tariffa T2) e gli impianti a terra (tariffa T5) hanno diritto a una maggiorazione del 5 per cento sugli incentivi se utilizzanno moduli in silicio cristallino con celle solari prodotte nello Spazio Economico Europeo e a una maggiorazione del 10 per cento, qualora i moduli dovessero essere anche laminati e assemblati nello SEE. Per quanto riguarda le stesse tre tipologie di impianti realizzati con moduli fotovoltaici a film sottile, il governo francese ha previsto un premio del 10 per cento sugli incentivi, a condizione che il processo di produzione degli stessi moduli, comprese le fasi di prepareazione e deposizione, sia stato realizzato nello SEE. Le regole sono entrate in vigore a partire dal 1° febbraio 2013 per gli impianti della tipologia T1 e T4 e a partire retroattivamente dal 1° ottobre 2012 per gli impianti della tipologia T5.
© PHOTON

Notizie collegate all’argomento