Di Maio rottama la SEN e promette 250 milioni per le rinnovabili

«Dobbiamo decarbonizzare e defossilizzare l’economia». Lo ha dichiarato il ministro allo Sviluppo Economico Luigi di Maio intervenendo al convegno “Le Rinnovabili al centro della transizione energetica. Cosa serve per realizzare gli obiettivi al 2030”, organizzato dalle associazioni Anev ed Elettricità Futura. «Il solo obiettivo del 32 per cento di energia da fonti rinnovabili nei consumi finali ci dice che dovremo in dieci anni raddoppiare la produzione di energia elettrica da rinnovabili, passando dagli attuali 103 terawatt/ora a più di 200, rendendo lo scenario previsto nella Strategia Energetica Nazionale già superato». Il ministro ha quindi annunciato la preparazione della bozza del piano Clima-Energia da inviare alla Commissione entro dicembre. «Nel breve periodo il decreto di supporto alla produzione elettrica da rinnovabili permetterà l’installazione di più di 6.000 megawatt di impianti nuovi o oggetto di rifacimento, in grado di produrre nuova energia “verde” per circa 10,5 terawatt/ora. Il decreto mette a disposizione risorse complessive per più di 250 milioni di euro nel triennio 2018-2020». Simone Mori, Presidente di Elettricità Futura ha risposto all‘appello: «Come sistema di imprese siamo pronti alla sfida e siamo certi che il Governo darà un nuovo impulso al processo di transizione in tutti i segmenti, attraverso meccanismi di pianificazione e promozione degli investimenti, regole di mercato chiare e certe, un continuo confronto con il territorio e una rinnovata attenzione al rapporto tra l’industria e la ricerca».
© PHOTON

Notizie collegate all’argomento