Antidumping: l'industria americana critica la decisione della ITC

L’associazione degli operatori americani del fotovoltaico SEIA ha annunciato di volersi opporre alla decisione della Commissione sul Commercio Internazionale (ITC) dello scorso venerdì, che ha ravvisato nell'importazione di celle cristalline un «vulnus» all’industria locale. Con questa decisione la ITC ha avviato la seconda fase del procedimento antidumping avviato da Suniva Inc. e Solarworld America Inc., che chiedono l’introduzione di un dazio di 40 centesimi di dollaro al watt per quattro anni su tutte le celle d’importazione, e al tempo stesso l’imposizione di un prezzo minimo di 78 centesimi al watt per i moduli. Al voto dell’ITC devono ora seguire proposte sulle sanzioni da adottare. Il 3 ottobre ci sarà un'udienza pubblica sul tema. Entro il 31 ottobre un rapporto dovrà essere depositato sula scrivania del presidente USA Donald Trump.
© PHOTON

Notizie collegate all’argomento