Antidumping: la Commissione UE rivedrà i prezzi minimi con cadenza trimestrale

La Commissione Europea ha deciso di abbassare con cadenza trimestrale a partire da ottobre i prezzi minimi all‘importazione dei prodotti fotovoltaici di silicio cristallino in arrivo dalla Cina. La Commissione determinerà i prezzi basandosi sui prezzi spot internazionali indicati nel database di Bloomberg (BNEF spot price index). Nel corso della revisione dello strumento dei prezzi minimi la Commissione ha ammesso che nel 2016 esso non ha coinciso con il drastico calo dei prezzi, perdendo la sua efficacia.
La riduzione graduale dei prezzi minimi, associata a tariffe variabili porterà a un calo dei prezzi delle celle multicristalline a 0,19 euro al watt da ottobre 2017 e a un ulteriore calo a 0,18 euro a partire da luglio 2018. Le celle monocristalline scenderanno a 0,23-0,22 euro al watt da ottobre 2017 e a 0,21 da luglio 2018.
Il prezzo minimo per i moduli varierà tra 0,30 e 0,37 euro al watt per i multicristallini e tra 0,35 e 0,42 per i monocristallini.
I prezzi minimi forniscono anche la base per i dazi antidumping che vengono applicati ai prodotti che entrano in Europa, qualora essi abbiano prezzi inferiori a quelli stabiliti.
© PHOTON

Notizie collegate all’argomento