Accordo Enea-Italferr per progetti rinnovabili sulle reti ferroviarie

L’agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (Enea), e Italferr, società di ingegneria del Gruppo Ferrovie dello Stato, hanno siglato un protocollo d’intesa per lo sviluppo di progetti di efficientamento, ottimizzazione e riduzione dei consumi energetici e di diffusione di tecnologie avanzate e di fonti rinnovabili, anche attraverso lo studio di progetti innovativi quali pannelli fotovoltaici hi-tech montati sulle barriere antirumore.
L’accordo è stato firmato da Federico Testa, presidente di Enea, e da Carlo Carganico, amministratore delegato e direttore generale Italferr. «Enea metterà a disposizione di Italferr il know how maturato in settori di eccellenza quali l’efficientamento energetico, le fonti rinnovabili e le applicazioni per sistemi di accumulo, oltre che in attività per la formazione e per le diagnosi energetiche -, ha dichiarato Testa - Questa intesa è un esempio concreto e particolarmente positivo di collaborazione tra ricerca avanzata e una realtà di eccellenza come Italferr per ottimizzare i risultati nella realizzazione di grandi infrastrutture ferroviarie».
A novembre RFI, altra società del gruppo Ferrovie dello Stato, aveva firmato una lettera di intenti con Terna per la realizzazione di impianti fotovoltaici in grid parity per una potenza fino a 200 megawatt, per alimentare i consumi elettrici di RFI.
© PHOTON

Notizie collegate all’argomento